Categorie

Nuovi prodotti

Speciali

ALIMENTAZIONE  Ci sono 186 prodotti.

Il filosofo Feuerbach asseriva: Noi siamo quello che mangiamo.

L'alimentazione rappresenta, oggi più che mai, sia sul piano quantitativo che su quello qualitativo, uno dei più importanti fattori determinanti della salute. Gli attuali studi scientifici mostrano chiaramente la diretta proporzionalità  tra alimentazione non corretta e l'alterazion...

Il filosofo Feuerbach asseriva: Noi siamo quello che mangiamo.

L'alimentazione rappresenta, oggi più che mai, sia sul piano quantitativo che su quello qualitativo, uno dei più importanti fattori determinanti della salute. Gli attuali studi scientifici mostrano chiaramente la diretta proporzionalità  tra alimentazione non corretta e l'alterazione della condizione di salute con possibile insorgenza di numerose patologie.

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, circa 1/3 delle malattie cardiovascolari e dei tumori potrebbero essere evitati grazie a una equilibrata e sana alimentazione. Un’alimentazione varia ed equilibrata è dunque alla base di una vita in salute. Un’alimentazione inadeguata, diversamente, oltre a incidere sul benessere psico-fisico, rappresenta uno dei principali fattori di rischio per l’insorgenza di numerose malattie croniche e autoimmuni.

Educarci all'assunzione di alimenti importanti e in dosi opportune rappresenta dunque una delle priorità importanti per conservare il nostro stato di salute. Corretta alimentazione significa tuttavia anche adattare la propria alimentazione al momento della vita che si sta attraversando per cui non esiste un'alimentazione specifica per tutti ma la dieta è personalizzata in base alle esigenze e necessità di ciascun individuo.Le indicazioni valide per la popolazione generale possono, infatti, necessitare di leggeri adattamenti, che rispondano alle necessità del corpo caratteristiche di particolari periodi o determinate patologie.

Leggi tutto Visualizza sottocategorie

Sotto-categorie

  • Alimenti senza Glutine

    Il glutine è il fattore scatenante della malattia celiaca.

    La celiachia è una malattia permanente su base infiammatoria dell'intestino tenue caratterizzata dalla distruzione e atrofia dei villi intestinali per una reazione autoimmune al glutine, la frazione proteica alcol-solubile di alcuni cereali quali grano, orzo, segale. Molti sono gli alimenti che contegono questi cereali, tra i più diffusi pane, pizza, pasta, biscotti.

    I sintomi della celiachia variano da persona a persona e possono comprendere:

    • gonfiore e dolore addominale,
    • dissenteria,
    • vomito,
    • costipazione,
    • feci pallide, maleodoranti o oleose,
    • dimagrimento.
    •  l’irritabilità, soprattutto nei bambini

    Nelle persone geneticamente predisposte alla celiachia, le cellule del sistema immunitario attivate dall’esposizione al glutine attaccano la mucosa dell’intestino tenue, arrivando a distruggere i  villi che sono le strutture responsabili dell’assorbimento di nutrienti e minerali.
    Questo danno determina nei casi più gravi una sindrome da malassorbimento e uno stato di malnutrizione con possibile insorgenza di :

    • anemia sideropenica ( mancanza di ferro),
    • affaticamento,
    • dolore alle ossa o alle articolazioni,
    • artrite,
    • fragilità ossea o osteoporosi,
    • depressione o ansia
    • formicolio e intorpidimento delle mani e dei piedi,
    • convulsioni,
    • assenza di mestruazioni,
    • sterilità o aborti spontanei ricorrenti,
    • stomatite aftosa nella cavità orale,
    • eruzione cutanea pruriginosa (dermatite erpetiforme).

    Per diagnosticare la celiachia si effettua un prelievo del sangue dove si certifica la presenza di anticorpi antitransglutaminasi tissutale o antiendomisio.Se le analisi del sangue e i sintomi fanno sospettare diagnosi positiva per la celiachia, viene eseguita una gastroscopia com biopsia dell’intestino tenue. Nel corso della biopsia, il chirurgo asporta dei pezzettini di tessuto dall’intestino tenue per controllare se i villi sono danneggiati. Per ottenere il campione di tessuto, il chirurgo introduce un tubicino lungo e sottile (l’endoscopio) attraverso la bocca e lo stomaco del paziente, fino ad arrivare all’intestino tenue dove preleva il campione necessario all'indagine.

    Eliminare il glutine dalla propria dieta rappresenta la fondamentale e unica terapia possibile attualmente.

    La natura dispone di  alimenti privi di glutine come riso , mais (granoturco) in chicchi , grano saraceno,amaranto , manioca, miglio, quinoa, sorgo che, possono essere assunti puri o come componenti  di alimenti specifici per celiaci (pasta, pane, biscotti,farine ,merendine)

    In questa sezione puoi trovare gli alimenti per celiaci certificati dall'organismo nazionale di controllo(AIC) e contrassegnati dal relativo logo con dicitura gluten free.

  • Alimenti Aproteici

    In questa sezione potrai trovare :

    cibi aproteici per chi soffre di nefropatie,insufficienza renale cronica,aminoacidopatie metaboliche, morbo di Parkinson e chiunque abbia bisogno di una dieta a ridotto contenuto in proteine.

  • Alimenti per diabetici

    Il diabete è una malattia metabolica che provoca instabilità persistente del livello glicemico con aumento del livello di glicemia nel sangue per cui risulta fondamentale tenere sotto controllo il carico glicemico attraverso una dieta equilibrata.

    L'insulina è un ormone prodotto dalle cellule del pancreas, che provoca l’ingresso del glucosio circolante (derivato dalla digestione del cibo) all’interno delle cellule, dove viene utilizzato come fonte di energia.
    Se il pancreas non produce una quantità sufficiente di insulina o se gli organi bersaglio (muscolo, fegato, tessuto adiposo) non rispondono in maniera adeguata all’ormone, il corpo non può utilizzare il glucosio circolante come fonte di energia e il glucosio resta nel sangue, dove i suoi livelli diventano sempre più alti (iperglicemia).

    Questo causa un affaticamento delle cellule dei vari organi in quanto private dell’energia necessaria al loro funzionamento e una serie di danni sul sistema cardio-vascolare, agli occhi, alle arterie e ai nervi delle gambe, ai reni, al cervello per l'eccessiva presenza di glucosio nel sangue. 

    Il diabete mellito può derivare dunque sia da una ridotta o annullata produzione di insulina da parte del pancreas, sia da una ridotta sensibilità dell’organismo all’attività dell’insulina stessa.

    A tal proposito distinguamo tra :

    • il diabete di tipo 1, definito anche insulino-dipendente o giovanile, caratterizzato da una mancanza di insulina causata da una reazione autoimmune che distrugge le cellule beta del pancreas deputate a secernere tale ormone per cui si può curare esclusivamente con uno scrupoloso controllo della glicemia nel sangue e la somministrazione di insulina sottocute più volte al giorno, sotto stretto controllo medico.

    • il diabete di tipo 2, di gran lunga la forma più frequente, che dipende da una resistenza all’azione dell’insulina da parte delle cellule bersaglio che  si presenta tipicamente nelle persone in sovrappeso o di età più avanzata.

    • Il diabete gestazionale può insorgere in occasione di una gravidanza.

    Il diabete di tipo 2 e il diabete gestazionale possono essere gestiti adottando uno stile di vita adeguato che comporti riduzione del peso corporeo, aumento dell’attività fisica e soprattutto riduzione di zuccheri e carboidrati nella dieta.

    In alcune situazioni, sotto stretto controllo medico, la terapia si compone anche di farmaci ipoglicemizzanti orali o somministrazione di insulina.

    Un corretto stile di vita che non comporti aumenti sporpozionati di peso e una idonea alimentazione a basso contenuto di zuccheri e carboidrati rimane in ogni caso la terapia primaria e necessaria per accompagnare questa patologia.

    Visita il nostro sito e trovare tutti gli alimenti a basso indice glicemico indirizzati al diabetico e a a chi volesse seguire una dieta a ridotto contenuto di carboidrati e zuccheri.

  • Alimenti senza lattosio

    La difficoltà legata alla digestione di questo zucchero ovvero l'intolleranza al lattosio è dovuta alla carenza di un particolare enzima che si chiama lattasi, in grado di scomporre il lattosio in glucosio e galattosio, che possono così essere metabolizzati. In sua assenza o carenza lo zucchero non viene digerito, si deposita e richiama liquidi nell’intestino, oltre a far fermentare la flora batterica. Per la diagnosi di intolleranza al lattosio, il Breath test dopo dose da carico è sufficientemente sensibile, se associato con una storia medica significativa, altrimenti è necessario procedere con  prelievi ematici seriati dopo dose da carico di lattosio.

    Le manifestazioni di tale intolleranza sono:

    • dissenteria
    •  dolore addominale, gonfiore e tensione intestinale,
    • aumento della peristalsi con borborigmi, meteorismo, flatulenza 

    In questo caso eliminare il lattosio dalla propria dieta risulta spesso la condizione necessaria per risolvere il problema. Nella sezione troverete tutti gli alimenti senza lattosio disponibili presso il nostro magazzino .

  • Dieta iperproteica, snack e pasti sostitutivi

    Dieta iperproteica, snack e pasti sostitutivi sono termini entrati ormai a far parte della nostra vita di tutti i giorni.

    I ritmi frenetici nella quale siamo inseriti spesso non ci consentono di godere di un buon piatto preparato estemporaneamente nella nostra cucina e spesso siamo costretti a consumare il nostro pasto in ufficio, velocemente e presi da tante cose che ancora aspettano di essere risolte.

    Ciò che accade quindi è fermarsi al primo distributore che troviamo e consumare uno snack o una merendina che ci restituisce energia insieme ad almeno tre quattro caffè al giorno, per mantenere alto il nostro livello di concentrazione.

    Terminate le ore di lavoro, ritorniamo a casa e nel tentativo di rilassarci cominciamo ad avvertire  fame per il pasto saltato cominciando ad ingerire quello che ci offre la nostra dispensa nell’attesa di una buona cena.

    Tutto questo certamente ripercuote sulla prova bilancia del fine settimana spesso inducendoci ad aumenti indesiderati di peso e chili di troppo che non solo influiscono sulla nostra salute ma generano di frequente una serie di problemi di carattere psicologico diminuendo il nostro senso di sicurezza e di autostima con possibile insorgenza di ansia e depressione .

    Studi scientifici dimostrano chiaramente come l’eccesso di peso svolga un ruolo significativo nella patogenesi di numerose malattie metaboliche e degenerative quali cardiopatie ischemiche, malattie cerebrovascolari, diabete, malattie respiratorie e osteoarticolari, steatosi epatica, calcolosi, alcuni tumori. Si stima che il 44% dei casi di diabete tipo 2, il 23% dei casi di cardiopatia ischemica e fino al 41% di alcuni tumori sono attribuibili all’obesità e al sovrappeso.

    Da un punto di vista pratico, il parametro che meglio identifica il concetto di
    sovrappeso, normopeso e sottopeso è l’Indice di Massa Corporea, IMC (o BMI), che si
    ottiene dividendo il peso (misurato in chilogrammi) per l’altezza (espressa in metri)
    moltiplicata per se stessa. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) si definisce :

    • sovrappeso = IMC da uguale o superiore a 25 fino a 29,99
    • obesità = IMC uguale o superiore a 30.

    Per chi non vuole rinunciare ad uno spuntino spezzafame o un pasto da poter comodamente consumare in ufficio, a lavoro e fuori casa controllando l’apporto in calorie evitando indesiderati incrementi di peso può visitare la sezione  nella quale troverete:

    •        snack, barrette a basso contenuto energetico  
    •        programmi alimentari iperproteici

    Inoltre in natura esistono molte piante ricche in componenti funzionali ad azione specifica che, in regimi di alimentazione controllata e in sinergia con una regolare attività fisica, possono rappresentare un ulteriore aiuto nell’ambito di un programma per il controllo del peso. Il loro utilizzo razionale e corretto, può contribuire all’ efficacia di programmi salutistici finalizzati ad una perdita graduale dei chili di troppo e con effetti duraturi nel tempo.

per pagina
Mostrando 1 - 12 di 186 articoli
Mostrando 1 - 12 di 186 articoli